7-11 May 2007
Rimini
Europe/Rome timezone

Overview

Ponte di Tiberio

Il workshop organizzato dalla Commissione Calcolo e Reti dell'INFN si svolgerà quest'anno dal 7 al 11 maggio a Rimini, presso l'Hotel Waldorf.

Il tema della edizione 2007 del workshop sottolinea la crescente importanza di progettare, organizzare e far interoperare a livello geografico quei sistemi e servizi informatici di base che sono indispensabili per sostenere efficacemente le attività istituzionali dell'INFN.
Tali componenti infrastrutturali caratterizzano ormai vari ambiti che saranno esaminati durante l'incontro, da quello relativo all'accesso ai sistemi di calcolo, fino a quello del calcolo scientifico e tecnico sulla griglia computazionale.
Particolare attenzione sarà dedicata allo sviluppo delle infrastrutture a servizio del calcolo per LHC, anche allo scopo di verificare come esse possano rispondere alle esigenze di altri progetti scientifici di interesse per l'INFN che necessitano di significative risorse di calcolo.
Il workshop pemetterà di esaminare lo stato degli sviluppi in corso nell'INFN e di discuterne le prospettive, favorendo l'interazione del personale che opera all'interno dei Servizi di Sezione cosi' come nei progetti di ricerca. Fornirà anche un'opportunità di approfondimento e di confronto con altre esperienze significative sviluppate al di fuori dell'Ente.

Rimini

Rimini (Ariminum) è città ricca di testimonianze del passato, di antica memoria e le sue origini risalgono agli insediamenti etruschi e a quelli celtici. I primi insediamenti nel luogo dove sorgerà la città di Rimini compaiono nel V sec. a.C. Secondo le teorie di Pausania, Stradone, Polibio e Tito Livio, originariamente questa zona era occupata da indigeni (forse dai Villanoviani) in seguito fu popolata dagli Umbri e poi dai Galli Senoni. Nel 295 a.C, i Romani prevalsero sui Galli e si impossessano del territorio e nel 268 fondarono Ariminum, la più antica colonia costruita dai Romani a Nord degli Appennini. Municipio imperiale di Augusto, divenne un’importante città marittima dotata di ricchi monumenti. La realizzazione delle grandi vie di comunicazione consolari portò Rimini a divenire un rilevante centro militare, politico ed economico. Il 12 gennaio del 49 a.C Giulio Cesare attraversa il Rubicone e conquista Rimini, convalidando il passaggio da repubblica a principato. Nel medioevo, Rimini, si affermò come comune e, nel Rinascimento, fu capitale della Signoria dei Malatesta vivendo, soprattutto dal punto di vista culturale e artistico, un periodo di fiorente splendore. La corte malatestiana ospitò illustri artisti e letterati come Brunelleschi e Leon Battista Alberti. In seguito, nel XVI secolo, la città passò sotto il dominio dello Stato della Chiesa che ne arrestò lo sviluppo economico per circa tre secoli. E’ solo con l’inizio del ‘900 che si assistette ad una ripresa della città e alla nascita di numerosi stabilimenti balneari e di residenze di lusso. Lo sviluppo inizierà dopo il secondo conflitto mondiale che distruggerà quasi tutta la città. Con gli anni ‘50 e ‘60 la ricostruzione urbanistica cambierà totalmente il territorio e verranno edificati pensioni, condomini e alberghi lungo tutta la costa del Comune di Rimini.

Anfiteatro Ponte Tiberio Galleria sotterranea Tempio Augusto Rocca Malatestiana Arco d'Augusto