8-10 October 2014
Napoli, Citta' della Scienza
Europe/Rome timezone

Comunicare Fisica 2014

Programma

È ormai generale convincimento che l'attività di comunicazione della scienza sia dovere istituzionale non solo delle strutture di ricerca ma anche, e soprattutto, dei ricercatori stessi. Scopo del workshop sarà quindi quello di analizzare il panorama italiano confrontandolo ad analoghe esperienze all'estero. Saranno presentate, discusse e confrontate le motivazioni e le finalità strategiche della comunicazione diretta tra scienziati e grande pubblico, la forma e contenuti dei progetti operativi, i possibili linguaggi, i criteri di valutazione dell'impatto e i consuntivi delle iniziative inerenti la fisica e le altre scienze. Il workshop è indirizzato a tutti gli scienziati, giornalisti, insegnanti nonché al largo pubblico interessato ad una più ampia e completa diffusione della cultura scientifica in Italia. Nel corso del convegno saranno previste serate in cui il pubblico della città incontra il fisico comunicatore e visita la mostra interattiva.

Gli interventi sono suddivisi nelle seguenti aree tematiche:

 
Divulgare la fisica
La divulgazione della fisica si esprime oggi sia nei contesti editoriali più tradizionali (libri e riviste di divulgazione), che negli spazi offerti dai new media, ad esempio attraverso blog scientifici, molto spesso ben documentati e approfonditi. Questa sessione intende riflettere su quali siano oggi le caratteristiche di una divulgazione di approfondimento, che occupa per definizione uno spazio di confine, da un lato con la comunicazione sui media e dall’altro con la didattica.

La fisica che fa le app
Le tecnologie di comunicazione digitale di ultima generazione (smartphone, tablet…) stanno rapidamente amplificando e trasformando le modalità da parte del pubblico di accedere, consultare e approfondire contenuti scientifici. Con questa sessione si punta ad approfondire le caratteristiche di questi nuovi spazi di comunicazione, con attenzione particolare anche alle esperienze innovative di citizen science o scienza partecipata.

La fisica sui media
Negli ultimi anni la fisica –e quella delle particelle in particolar modo– ha raggiunto una ribalta mediatica globale. Dalla scoperta del bosone di Higgs fino ai neutrini più veloci della luce, la fisica fondamentale sembra scoprire –o subire– un suo lato pop. Con questa sessione si punta ad analizzare quali ingredienti si siano mescolati e scontrati nella nuova immagine della fisica sui media. E quali meccanismi abbia innescato nel mondo scientifico e in quello dei media, questa crescente attenzione del pubblico verso i successi e i passi falsi della scienza. Con una differenza cruciale rispetto al passato: l’integrazione e pervasività del web nel sistema dei media.

Fisica e arte
Arte per la fisica e fisica per l’arte. Non è possibile probabilmente risolvere l’ambivalenza e la complessità del rapporto tra fisica e arte, che si realizza in esperienze spesso anche molto diverse tra loro. Alcune di queste verranno presentate nell’ambito di questa sessione.

Mostre, Festival e Eventi
Sempre più negli ultimi anni il mercato degli eventi culturali per il pubblico ha visto crescere un nuovo protagonista: la scienza. Con questa sessione si vuole riflettere su quali siano i trend prevalenti nelle manifestazioni di comunicazione scientifica e come si sia trasformato in questi anni la percezione del pubblico e le modalità di racconto dei temi della fisica: sia nel caso dei grandi science center, come nei festival, o in occasioni di mostre allestite in contesti culturali più tradizionali.

Divulgazione e didattica nella scuola
Sempre più negli ultimi anni il mercato degli eventi culturali per il pubblico ha visto crescere un nuovo protagonista: la scienza. Con questa sessione si vuole riflettere su quali siano i trend prevalenti nelle manifestazioni di comunicazione scientifica e come si sia trasformato in questi anni la percezione del pubblico e le modalità di racconto dei temi della fisica: sia nel caso dei grandi science center, come nei festival, o in occasioni di mostre allestite in contesti culturali più tradizionali.