28 April 2017
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
Europe/Rome timezone
Si tratta di un Progetto Europeo organizzato dall’Istituto di Fisica Nucleare, dal CERN di Ginevra e da CREATIONS di Horizon 2020 per le scuole superiori italiane


Il progetto è rivolto agli studenti del terzo e quarto anno dei licei classici, scientifici e degli istituti d’arte di Milano, Firenze, Padova/Venezia e Napoli e ha una durata di due anni (2017-2018).

Descrizione del progetto

Il progetto “Art and Science across Italy” è composto di un primo periodo, denominato divulgativo, durante il quale gli studenti saranno introdotti al mondo della fisica delle particelle elementari attraverso una serie di seminari e di eventi organizzati dai ricercatori dell’INFN e dei Dipartimenti di Fisica delle quattro sedi italiane.

Nel secondo periodo, denominato creativo, gruppi di studenti realizzeranno dei “manufatti artistici” ispirati agli argomenti scientifici affrontati durante la fase divulgativa.

I migliori manufatti saranno esposti durante la mostra itinerante denominata “I colori del Bosone di Higgs” che ha come base la collezione artistica art@CMS (http://artcms.web.cern.ch/artcms/) (http://home.infn.it/en/media-outreach/mostre/installations) e una installazione multimediale interattiva chiamata “il dono della massa” realizzata dall’INFN (http://home.infn.it/it/mostre/archivio-mostre/1329-il-dono-della-massa).

La collezione art@CMS raccoglie a tutt’oggi una quarantina di realizzazioni artistiche, ed è già stata esposta in una ventina di eventi ed esibizioni internazionali (Singapore, Miami, Pechino, Cicago, Ginevra….), tra le quali la mostra di Napoli, organizzata nel settembre del 2015 al Castel dell’Ovo, alla quale hanno assistito circa 2.500 visitatori in quattro giorni (https://web.infn.it/cms/index.php/artcms).

Obiettivi

Lo scopo del progetto è di avvicinare gli studenti al mondo della ricerca scientifica e in particolar modo a quello della Fisica delle Particelle Elementari e a tutta la ricerca svolta dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e dal progetto Large Hadron Collider (LHC) del CERN di Ginevra.

Il progetto nasce nell’ambito del movimento culturale denominato STEAM (Science, Technology, Engineer, Art e Mathematic) (http://stemtosteam.org/), movimento che sta riscuotendo un enorme interesse in questo periodo e che ha introdotto l’Arte tra le discipline più strettamente scientifiche e che prova, per la prima volta, ad accomunare la creatività del settore scientifico con quella del campo artistico.

Sarà l’arte il “linguaggio” attraverso il quale si stabilirà la comunicazione tra il mondo della scienza e della ricerca e la comunità scolastica che rappresenta la futura generazione di possibili scienziati e ricercatori.